Altre News

Fiorentina, scatto per l’Europa: tris al Bologna e quinto posto

LA PARTITA
La Fiorentina torna grande e punta l’Europa. Al Dall’Ara va in scena una prova solida degli uomini di Italiano, impreziosita dalle giocate di Nico Gonzalez e da una punizione magistrale di Biraghi. Colpi che insieme a un gioco ordinato e aggressivo hanno affondato il Bologna, a tratti troppo rinunciatario in fase di costruzione e poco incisivo davanti. Senza Arnautovic, Mihajlovic si affida a Barrow al centro dell’attacco con Sansone e Soriano in appoggio. Accanto a Vlahovic, Italiano invece piazza Sottil e Nico Gonzalez. In un clima da big match, al Dall’Ara l’avvio è di studio e con le squadre compatte il gioco resta bloccato in mediana. Sottil prova a far saltare il banco a sinistra, ma la difesa rossoblù è attenta e la gara non decolla. Più alta, è la Fiorentina a prendere in mano il possesso, ma con gli spazi chiusi è dura verticalizzare per Vlahovic. Così tocca a Nico Gonzalez provarci dal limite, ma la mira è sbagliata. In pressione, la Viola aggredisce, conquista subito palla e manovra in ampiezza per creare la superiorità sugli esterni, ma il Bologna si difende con tanti uomini e imposta la gara sulle ripartenze. 

Tema tattico che lascia poco spazio allo spettacolo ma tiene alto il ritmo. Da una parte Sansone prova a colpire di tacco e Barrow conclude a lato un buon contropiede di De Silvestri. Dall’altra invece la Viola alla prima occasione buona passa. Pescato col contagiri da Nico Gonzalez, Maleh sfugge alla marcatura di Soriano e sblocca la gara di testa. Incornata che sblocca il match e accende la gara. Con più spazi a disposizione la Fiorentina abbassa i giri e si concentra sul possesso, ma il giropalla è troppo lento e la banda di Sinisa guadagna metri. Atteggiamento che porta al pareggio. A rimettere tutto in equilibrio ci pensa Barrow con un grande sinistro al volo su perfetto assist di Svanberg. Rete che rimette i rossoblù in carreggiata e spinge gli uomini di Mihajlovic a chiudere il primo tempo in avanti. 

La ripresa si apre con Nico Gonzalez in spinta e con una gran punizione di Biraghi che si infila all’incrocio dei pali. Pennellata che riporta avanti la Viola e dà fiducia alla squadra di Italiano.  In controllo, la Fiorentina si difende bene e continua a manovrare con ordine cercando gli inserimenti da dietro e la manovra ragionata. Torreira imbuca per Odriozola, ma Skorupski esce bene. Poi Sinisa leva De Silvestri, Dijks e Sansone e getta nella mischia Skov Olsen, Orsolini e Hickey. Cambi che danno più dinamismo e gamba ai rossoblù, ma che non cambiano l’inerzia della gara. Sugli sviluppi di una ripartenza, Skorupski stende Gonzalez in area e Vlahovic non trema dal dischetto. Tris che segna la partita, ma non chiude la gara. Nel finale, infatti, il Bologna attacca a testa bassa e accorcia le distanze con Hickey. Gol che accende gli ultimi dieci minuti e costringe la Fiorentina a respingere l’assalto rossoblù affidandosi al possesso e facendo entrare Terzic, Amrabat e Saponara a protezione del risultato. La Fiorentina si prende il derby dell’Appenino, scavalca la Roma e si candida per un posto in Europa.
 

LE PAGELLE
Barrow 6,5:
fa un lavoro diverso da Arnautovic e il Bologna non riesce ad appoggiarsi alla punta per manovrare e far respirare la squadra. Illude il Bologna firmando un gran gol di piatto al volo
Dijks 5: Mihajlovic lo piazza in campo per dare una mano a Theate, ma non sempre è lucido nelle scelte in fase di copertura. Sul gol di Maleh concede troppo spazio e tempo a Nico Gonnzalez per pensare 
Skorupski 5: sui primi due gol può fare poco, sul rigore che segna la gara invece stende Gonzalez con ingenuità
Gonzalez 7,5: spinge a destra attaccando spesso lo spazio e portando palla. Nel primo tempo pennella il cross per Maleh, nella ripresa ha più spazio e in campo aperto è sempre pericoloso. Si procura la punizione del 2-1 e il rigore del 3-1
Vlahovic 6: Theate e Medel gli stanno addosso e con pochi spazi a disposizione non riesce a puntare la porta. Lotta e fa a sportellate, poi firma il 3-1 con freddezza dal dischetto
Maleh 6,5: parte largo a sorpresa e costringe De Silvestri e Soumaoro agli straordinari. Sull’azione del vantaggio si fa trovare al posto giusto nel momento giusto e non sbaglia. Primo gol in Serie A
 

IL TABELLINO
BOLOGNA-FIORENTINA 2-3
Bologna (3-4-2-1):
Skorupski 5; Soumaoro 5,5, Medel 6,5 (27′ st Bonifazi 6), Theate 5,5; De Silvestri 6 (16′ st Skov Olsen 6), Svanberg 6,5, Dominguez 6 (34′ st Vignato sv), Dijks 5 (16′ st Orsolini 6); Sansone 5,5 (16′ st Hickey 6), Soriano 5,5; Barrow 6,5.
A disp.: Molla, Bardi, Binks, Orsolini, Viola, Santander, Van Hooijdonk, Cangiano. All.: Mihajlovic 5,5
Fiorentina (4-3-3): Terracciano 6; Odriozola 6, Milenkovic 6, Martinez Quarta 6, Biraghi 7 (40′ st Terzic sv); Bonaventura 6,5, Torreira 6,5 (40′ st Amrabat sv), Maleh 6,5 (33′ st Duncan 6); Gonzalez 7,5 (33′ st Callejon 6), Vlahovic 6, Sottil 5,5 (40′ st Saponara sv).
A disp.: Rosati, Cerofolini, Pulgar, Venuti, Benassi, Kokorin, Igor. All.: Italiano 6,5
Arbitro: Irrati
Marcatori: 33′ Maleh (F), 42′ Barrow (B), 7′ Biraghi (F), 22′ st rig. Vlahovic (F), 38′ st Hickey (B)
Ammoniti: Dominguez, Theate, Soumaoro (B); Torreira, Milenkovic, Amrabat (F)
Espulsi:

LE STATISTICHE
– Per la prima volta in questo campionato la Fiorentina ha segnato almeno tre gol in trasferta in un match di Serie A.
– Era dal 2015/16 (32 in quel caso) che la Fiorentina non collezionava almeno 27 punti nelle prime 16 giornate di Serie A.
– Dusan Vlahovic é diventato solo il quarto giocatore nella storia della Serie A a segnare almeno 30 gol in un singolo anno solare con un’età inferiore ai 22 anni dopo Meazza nel 1930, Borel nel 1933 e Angelillo nel 1958.
– Prima di Vlahovic solo 3 giocatori della Fiorentina nell’era dei tre punti a vittoria (dal 94/95) sono stati in grado di segnare almeno 13 gol nelle prime 16 partite di Serie A: Giuseppe Rossi, Luca Toni e Gabriel Omar Batistuta.
– Dal 2004/05 (da quando Opta raccoglie questo dato), solo Suazo (14/14), Lukaku (12/12) e Vlahovic (12/12) hanno trasformato il 100% di rigori calciati tra chi appunto ne ha calciati almeno 12 in Serie A nel periodo.
– Hickey é il piú giovane difensore con almeno tre gol segnati nei maggiori cinque campionati europei 21/22.
– Solo due centrocampisti nati dopo l’1/1/1999 vantano in carriera giá almeno 9 gol e almeno 9 assist in Serie A ed entrambi sono svedesi: Dejan Kulusevski e Mattias Svanberg.
– Mattias Svanberg é uno dei tre centrocampisti nati dal 1/1/1999 ad aver partecipato ad almeno 5 gol in questa Serie A (Brahim Diaz e Pobega gli altri due).
– Mattias Svanberg ha partecipato attivamente a quattro gol nelle ultime cinque presenze in Serie A (due reti, due assist).
– Barrow ha segnato 5 reti in questa Serie A: in tutto il girone d’andata 20/21 ne aveva messi a segno tre.
– Solo Vlahovic (14) é piú giovane di Musa Barrow tra chi ha partecipato ad almeno 8 gol in questa Serie A: cinque reti e tre assist per il gambiano.
– Degli otto gol segnati in Serie A da Cristiano Biraghi, ben quattro (50%) sono arrivati da fermo (due rigori e due punizioni dirette).
– Solo il Milan (3) ha segnato piú gol su punizione diretta in Serie A della Fiorentina (2): insieme ai rossoneri (Ibra e Tonali), la Viola é una delle due squadre a vantare 2 marcatori diversi su punizione in questo campionato (Vlahovic e Biraghi).
– Nico González ha partecipato a tre gol (una rete, due assist) nelle ultime quattro presenze in Serie A.
– Primo gol in Serie A per Youssef Maleh, nella sua 11a presenza: 11esimo marcatore differente per la Fiorentina, a questo punto del torneo 20/21 ne aveva mandati a bersaglio 10 diversi.
– Solo lo Spezia (7) ha ricevuto piú rigori contro del Bologna (6) in questo campionato.

da Mediaset Sport

arrow-left
arrow-right

Nicolás González

Redazione Goalist

Magic Nico! Un assist, un rigore procurato e una totale abnegazione all'obiettivo di squadra che gli valgono la palma di migliore in campo, nonostante la sbavatura in occasione de...
Leggi di più arrow-right

Aaron Hickey

Redazione Goalist

Non entra nel migliore dei modi in partita, ma nonostante il poco tempo a disposizione si riscatta con gli interessi, siglando il gol della speranza per i suoi, che purtroppo per ...
Leggi di più arrow-right

Youssef Maleh

Redazione Goalist

Preferito a Duncan un po' a sorpresa, ripaga la scelta di Italiano con il gol del vantaggio e una prestazione al si sopra delle aspettative.
Leggi di più arrow-right

Cristiano Biraghi

Redazione Goalist

Una punizione che è una perla da far vedere nelle scuole calcio. Tanto dinamismo dietro e un piede fatato che valgono il prezzo del biglietto.
Leggi di più arrow-right

Musa Barrow

Redazione Goalist

Nella sua gara tanto lavoro sporco, pochissimi palloni giocabili e un gol, ma che gol! La perla siglata nel primo tempo vale l'ottimo voto in pagella, ma da lì poco altro. ...
Leggi di più arrow-right

Gary Medel

Redazione Goalist

Nonostante il risultato finale di gara vince la sfida a distanza con Vlahovic, prendendo la palma di migliore in campo die suoi, con una prestazione quasi perfetta. ...
Leggi di più arrow-right

Lucas Torreira

Redazione Goalist

Cadenzato in mezzo al campo, attento e preciso dietro. Gara superlativa per il centrale Viola, nonostante un paio di disattenzioni che avrebbe potuto evitare. ...
Leggi di più arrow-right

Mattias Svanberg

Redazione Goalist

Tra i migliori dei suoi, ci prova con determinazione e confeziona l'assist al bacio da cui origina il momentaneo pari dei suoi.
Leggi di più arrow-right

Lucas Martínez Quarta

Redazione Goalist

Gara di sacrificio e forza, nella quale non si permette il lusso della benché minima distrazione. I compagni di reparto non hanno la medesima sicurezza e lui rimedia anche alle s...
Leggi di più arrow-right

Dusan Vlahovic

Redazione Goalist

Non la solita proverbiale e devastante potenza offensiva. È più nervoso del solito e ne risente la sua prestazione, ma a conti fatti decide la gara con un penalty perfetto e rie...
Leggi di più arrow-right

Adama Soumaoro

Redazione Goalist

Gara apparentemente anonima per il difensore felsineo, che gioca dietro le quinte, senza eccessi e senza sbavature.
Leggi di più arrow-right

Mitchell Dijks

Redazione Goalist

Corsa e dinamismo sulla fascia e più di qualche buona intuizione, ma perde goffamente il pallone che propizia il vantaggio degli avversari e lascia il campo in debito d'ossigeno....
Leggi di più arrow-right

Riccardo Orsolini

Redazione Goalist

Entra in campo come peggio non potrebbe, con due palloni calciati altissimi da ottima posizione. Quando si scrolla di dosso l'ansia del rientro in campo confeziona il passaggio il...
Leggi di più arrow-right

Andreas Skov Olsen

Redazione Goalist

Entra per dar nuova linfa al centrocampo felsineo e, a modo suo vi riesce, nonostante la gara per i suoi sia oramai compromessa irrimediabilmente.
Leggi di più arrow-right

Pietro Terracciano

Redazione Goalist

Sotto di due gol, ma almeno fiero nel risultato del collettivo. È particolarmente sfortunato in entrambe le occasioni, dove la sua retroguardia non lo assiste come vorrebbe. ...
Leggi di più arrow-right

Riccardo Sottil

Redazione Goalist

Corridore lineare che si sacrifica per la causa, dando sempre ottimo apporto alla manovra dei suoi. Non determinante nel risultato, ma puntuale le ripagare la fiducia del proprio ...
Leggi di più arrow-right

Nikola Milenkovic

Redazione Goalist

Più disordinato e meno concentrato del solito. Porta a casa prestazione e risultato di squadra, ma questa volta con troppa sicumera.
Leggi di più arrow-right

Giacomo Bonaventura

Redazione Goalist

Gara di sostanza, sacrificio e forza, ma grave disattenzione in occasione del secondo gol subito, come ultimamente troppo spesso gli accade.
Leggi di più arrow-right

Kevin Bonifazi

Redazione Goalist

Entra per dar respiro alla manovra difensiva dei suoi, ma oramai la gara è pregiudicata e non può opporsi al risultato finale.
Leggi di più arrow-right

Arthur Theate

Redazione Goalist

Parte con il dinamismo che contraddistingue le sue prestazioni, ma alla lunga crolla, sotto i colpi avversari, confezionando altresì la punizione da cui origina il successo Viola...
Leggi di più arrow-right

Nicola Sansone

Redazione Goalist

Non di certo la sua miglior gara. Ci prova con il dinamismo e la corsa che lo contraddistinguono, ma senza successo.
Leggi di più arrow-right

Roberto Soriano

Redazione Goalist

Sottotono rispetto al solito e sempre più costretto ad abbassare notevolmente il proprio raggio d'azione per far girare il gioco dei suoi. Ne risentono le sue prestazioni e il Bo...
Leggi di più arrow-right

Álvaro Odriozola

Redazione Goalist

Gara lineare la sua, senza eccessi e con qualche sbavatura. In occasione del secondo gol avversario dimentica per un istante i fondamentali del terzino.
Leggi di più arrow-right

Nicolás Domínguez

Redazione Goalist

In diffida da 7 giornate, trova quest'oggi il giallo che gli farà saltare la fondamentale prossima gara. Nel complesso è poco ordinato in mezzo al campo e di rado efficace nella...
Leggi di più arrow-right

Lorenzo De Silvestri

Redazione Goalist

Corsa e sacrificio, ma troppe disattenzioni che non possono passare inosservate.
Leggi di più arrow-right

Lukasz Skorupski

Redazione Goalist

Incolpevole sui primi due gol subiti, osserva da spettatore la gara, impotente sotto i colpi avversari e le disattenzioni della proprio retroguardia. in occasione del rigore poi s...
Leggi di più arrow-right

Bologna News

vai alle news arrow-right

Fiorentina News

vai alle news arrow-right

Altre News

vai alle news arrow-right