Altre News

Il Bologna si sveglia tardi, il Torino rialza la testa e torna a vincere

LA PARTITA
Riparte il Torino, frena il Bologna. All’Olimpico va in scena una partita dura e tirata con tanto di finale ad alta tensione, ma sono i granata a fare il match e a portare a casa il bottino pieno. Una vittoria meritata sul piano del gioco e della cattiveria, capace di ridare fiducia agli uomini di Juric e indicare la via da seguire per provare a scalare ulteriormente la classifica. A tradire la banda di Sinisa, del resto, è stata soprattutto la poca determinazione nei contrasti e nelle giocate. Atteggiamento che solo dopo l’ingresso di Orsolini è cambiato, ma che non è bastato a invertire la rotta nel finale. 

A caccia di gol, contro il Bologna Juric schiera Praet e Pjaca dietro a Sanabria. Con la zona Europa nel mirino, Mihajlovic invece recupera Arnautovic, sposta Soriano in mediana e piazza Skov Olsen e Barrow tra le linee. Scelte che danno subito ritmo al match. Alto e aggressivo, il Bologna attacca con tanti uomini e prova a sfondare centralmente alle spalle di Lukic e Pobega. Corto e compatto, il Torino invece gioca a uomo a tutto campo e prova ad allargare la manovra prendendo in mano il possesso e appoggiandosi a Praet e Pjaca. Tema tattico che blocca il match in mediana e lascia pochi spazi per le imbucate. Da una parte Skorupski ferma un destro di Lukic, dall’altra Milinkovic-Savic neutralizza un tiro dal limite di Soriano. Fino al 24′ regna l’equilibrio, poi Lukic ruba palla a Skov Olsen a centrocampo e innesca Sanabria che sblocca la gara di sinistro. Gol che dà fiducia ai granata e fa tremare il Bologna. In pressione, la squadra di Juric aggredisce e spinge. Più disordinata e con gli esterni bassi, la banda di Sinisa invece va al trotto, fatica a costruire e arretra. Skorupski para un sinistro di Singo, poi vola su un destro dal limite di Lukic deviato da Medel e Soumaoro rischia l’autogol su unincursione di Pobega.

Il primo tempo si chiude su una traversa di Sanabria dopo un’azione insistita dei granata, poi la ripresa si apre con l’ingresso in campo di Buongiorno al posto di Bremer. Sostituzione che toglie personalità alla difesa granata, ma che non cambia il tema tattico della gara. Dopo una buona manovra a destra, Praet calcia a lato di poco, poi Sanabria gira bene di testa, ma Skorupski è attento. Occasioni che tengono alta la pressione sulla difesa rossoblù. In controllo e con gli spazi più aperti, il Toro domina in mediana e prova a colpire verticalizzando rapidamente. Skorupski tiene in partita il Bologna con una grande uscita su Sanabria, poi anticipa Pjaca e ferma Zima, ma non può nulla su un inserimento di Pobega e devia nella sua porta la palla del 2-0. Rete che costringe Sinisa ad andare all-inn e a dare una scossa con i cambi. Sotto di due reti, Orsolini entra al posto di Soriano e accorcia subito le distanze dal dischetto dopo un contatto in area tra Milinkovic e Sansone. Gol che riaccende i rossoblù e riapre il match. Nel finale, infatti, c’è spazio per il forcing del Bologna e per tante ripartenze del Toro. Da una parte Sanabria ha una buona occasione, poi i granata protestano per un tocco in area di Viola su Pjaca e Skorupski nega il tris a Zaza. Dall’altra Orsolini ci prova di sinistro e Milinkovic-Savic blocca l’ultimo tentativo disperato di Hickey.
 

LE PAGELLE
Sanabria 7:
si piazza al centro dell’attacco dando fisicità e riferimenti all’attacco. Sblocca la gara con freddezza e si sblocca, poi centra una traversa. Non segnava dal 22 ottobre
Lukic 7: insieme a Pobega rompe il gioco rossoblù e detta i tempi della manovra granata in mediana dando qualità alla fase di impostazione e alle geometrie offensive
Pobega 7: dà pressione e ritmo alla manovra avviando il pressing e facendosi vedere a rimorchio. Domina in mezzo al campo con Lukic senza tirare mai indietro la gamba. Il raddoppio arriva da una sua zampata
Skov Olsen 5: non riesce a trovare la posizione tra le linee per aiutare Arnautovic e sull’azione dell’1-0 si fa rubare palla con troppa leggerezza in mediana
Arnautovic 5,5: troppo solo e isolato. Fa il suo cercando di addomesticare i lanci lunghi, ma Barrow e Skov Olsen non lo aiutano e si innervosisce
Orsolini 6,5: entra e la sua carica e determinazione cambia faccia al Bologna. Accorcia le distanze con freddezza dal dischetto e avvia il forcing finale
 

IL TABELLINO
TORINO-BOLOGNA 2-1
Torino (3-4-2-1):
Milinkovic-Savic 6; Zima 6,5, Bremer 6 (1′ st Buongiorno 6,5), Rodriguez 6; Singo 6, Lukic 7, Pobega 7, Vojvoda 6; Praet 6,5, Pjaca 6 (38′ st Brekalo sv); Sanabria 7 (43′ st Zaza sv).
A disp.: Berisha, Izzo, Baselli, Ansaldi, Aina, Mandragora, Warming, Linetty, Rincon. All.: Juric 6,5
Bologna (3-4-2-1): Skorupski 7; Soumaoro 5,5, Medel 5,5, Theathe 5 (39′ st Vignato sv); De Silvestri 5,5, Soriano 5 (31′ st Orsolini 6,5), Svanberg 6,5, Hickey 6; Skov Olsen 5 (22′ st Viola 5,5), Barrow 5 (22′ st Sansone 6); Arnautovic 5,5 (31′ st Santander 6).
A disp.: Molla, Bardi, Binks, Bonifazi, Van Hooijdonk, Dijks, Cangiano. All.: Mihajlovic 5,5
Arbitro: Dionisi
Marcatori: 24′ Sanabria (T), 24′ st aut. Skorupski (B), 34′ st rig. Orsolini (B)
Ammoniti: Sanabria, Milinkovic-Savic (T); Theathe, Soumaoro, De Silvestri (B)
Espulsi:

LE STATISTICHE
– Il Torino ha segnato almeno due gol in tutte le ultime cinque partite casalinghe di Serie A (4V, 1N) e non arrivava a cinque gare interne di fila con almeno due reti all’attivo dal 2016, sempre con Sinisa Mihajlovic in panchina.
– Tutte e tre le reti realizzate da Antonio Sanabria in questa Serie A sono arrivate all’Olimpico Grande Torino. Più in generale, tutte le ultime sette marcature dell’attaccante granata sono arrivate in casa e in gare iniziate nell’11 titolare.
– 2 assist per Sasa Lukic in questa Serie A, uno in piú che nei suoi precedenti quattro campionati interi al Torino (1).
– Solamente Salernitana e Genoa (due) hanno realizzato meno reti del Bologna nei primi tempi della Serie A in corso (cinque).
– Il Torino non ha subito gol nel primo tempo in 12 delle sue 17 partite, nessuna squadra ha fatto meglio nella Serie A 2021/22.
– Era da settembre scorso che il Bologna non realizzava un autogol in Serie A: dall’autorete siglata da Kevin Bonifazi contro l’Empoli nella sesta giornata del campionato in corso.
– Il Torino ha segnato almeno due gol in tutte le ultime cinque partite casalinghe di Serie A (4V, 1N) e non arrivava a cinque gare interne di fila con almeno due reti all’attivo dal 2016, sempre con Sinisa Mihajlovic in panchina.
– Era da maggio scorso contro la Juventus che Riccardo Orsolini non trovava la rete in Serie A.
– Quattro degli ultimi cinque gol di Riccardo Orsolini in Serie A sono stati realizzati nel secondo tempo.
– Riccardo Orsolini ha partecipato a due degli ultimi tre gol realizzati dal Bologna in Serie A (un gol e un assist).
 

da Mediaset Sport

arrow-left
arrow-right

Sasa Lukic

Redazione Goalist

Dominatore del centrocampo, insieme a Pobega sovrasta i dirimpettai ed è sempre nel vivo del gioco. Entra da protagonista in entrambe le azioni dei gol granata. ...
Leggi di più arrow-right

Antonio Sanabria

Redazione Goalist

Un gol, una traversa, un palo sfiorato, due parate di Skorupski a dirgli di no. Il bilancio complessivo non può che essere ottimale.
Leggi di più arrow-right

Lukasz Skorupski

Redazione Goalist

Se il Bologna resta in partita lo deve esclusivamente al suo portiere, decisivo in bello stile in almeno 3 occasioni. Sui due gol responsabilità molto limitate. ...
Leggi di più arrow-right

Wilfried Stephane Singo

Redazione Goalist

La connection con Praet non sempre funziona alla perfezione ma è comunque una spina nel fianco nella difesa bolognese. L'esterno spinge con regolarità e difende con pulizia. ...
Leggi di più arrow-right

Riccardo Orsolini

Redazione Goalist

Si prende d'autorità il pallone del rigore e lo realizza con forza e grinta: primo gol stagionale per lui.
Leggi di più arrow-right

Dennis Praet

Redazione Goalist

È dalle sue parti che il Torino crea più situazioni pericolose e non può essere un caso. Sempre aggressivo, gli manca giusto un pizzico di brillantezza nelle giocate. ...
Leggi di più arrow-right

Bremer

Redazione Goalist

Il duello con Arnautovic lo vede protagonista in positivo per lunghi tratti: di fatto l'austriaco non entra in partita. Esce all'intervallo per un infortunio. ...
Leggi di più arrow-right

Tommaso Pobega

Redazione Goalist

Se il Torino non lascia fiato al Bologna è gran parte per merito suo e del lavoro incessante che fa in mezzo al campo. Fosse anche più preciso negli ultimi 20 metri contenderebb...
Leggi di più arrow-right

Nicola Sansone

Redazione Goalist

Molto più vivo di Barrow, anche se ci vuole poco, mette a disposizione qualche giocata di qualità e soprattutto si procura il rigore del 2-1 che quantomeno riaccende la fiammell...
Leggi di più arrow-right

Federico Santander

Redazione Goalist

Mossa legata a far riposare Arnautovic, il paraguaiano ci mette tutto sé stesso che al momento è poco ma gli va dato atto di provarci.
Leggi di più arrow-right

Nicolas Viola

Redazione Goalist

Entra per mettere ordine e qualità alla manovra: pur con un'autonomia limitata qualcosina riesce a combinare.
Leggi di più arrow-right

Mërgim Vojvoda

Redazione Goalist

Non spinge moltissimo sulla fascia, tuttavia dà una mano importante nel dare ampiezza alla manovra. Finisce pari il duello con De Silvestri.
Leggi di più arrow-right

Ricardo Rodríguez

Redazione Goalist

Skov Olsen non è in una giornata tale da impensierirlo; per lo svizzero dunque nessun tipo di problema, tutto sotto controllo.
Leggi di più arrow-right

Lorenzo De Silvestri

Redazione Goalist

Il suo è forse l'unico duello diretto che non finisce male per il Bologna: contro Vojvoda, infatti, non subisce e non sovrasta.
Leggi di più arrow-right

Alessandro Buongiorno

Redazione Goalist

Non ci sono grandi cose da fare perché il Bologna attacca pochissimo o per nulla per quasi tutta la ripresa; quelle poche cose però le fa bene senza sbavature. ...
Leggi di più arrow-right

Marko Pjaca

Redazione Goalist

Meno brillante rispetto a molti dei suoi compagni, è comunque utilissimo nella fase di non possesso a tenere alto il pressing e nei raddoppi sui mediani bolognesi. ...
Leggi di più arrow-right

Gary Medel

Redazione Goalist

Come spesso accaduto è una spanna sopra i compagni, non solo quelli di reparto. Pochi fronzoli e tanta sostanza contro avversari che gli sbucano da tutte le parti. ...
Leggi di più arrow-right

David Zima

Redazione Goalist

Parte bene, limitando non poco Barrow e facendosi vedere con continuità in attacco. Nella ripresa cala vistosamente fino a farsi sfuggire Sansone in occasione del rigore. ...
Leggi di più arrow-right

Arthur Theate

Redazione Goalist

Contro il connazionale Praet va troppo spesso in difficoltà, non chiude a dovere su Sanabria sull'1-0 ed è molto impreciso in fase d'impostazione.
Leggi di più arrow-right

Aaron Hickey

Redazione Goalist

Contro Singo non può opporre il fisico ma non riesce a metterci nemmeno velocità e grinta. Spinge davvero una volta sola, andando al tiro e sfiorando il palo. ...
Leggi di più arrow-right

Musa Barrow

Redazione Goalist

Gira in tondo a cercare disperatamente un pallone giocabile, uno spunto degno di nota, una cosa qualsiasi per entrare in partita. Il giro si conclude con un nulla di fatto. ...
Leggi di più arrow-right

Mattias Svanberg

Redazione Goalist

Come Soriano, finisce per essere travolto dal centrocampo avversario. Prende mezzo voto in più rispetto al compagno per il passaggio filtrante che lancia Sansone verso il rigore ...
Leggi di più arrow-right

Marko Arnautovic

Redazione Goalist

Rientra dall'infortunio e si vede, perché i suoi movimenti sono limitati e in più i compagni lo lasciano solo al suo destino senza riuscire a servirlo mai per bene. ...
Leggi di più arrow-right

Vanja Milinkovic-Savic

Redazione Goalist

Partita di ordinaria amministrazione, poi esce con i tempi sbagliati su Sansone e causa il rigore della speranza bolognese.
Leggi di più arrow-right

Adama Soumaoro

Redazione Goalist

Pur avendo di fronte l'avversario meno brillante, ovvero Pjaca, fa una gran fatica a rimanere concentrato. Si innervosisce troppo, si becca un giallo e finendo per pasticciare in ...
Leggi di più arrow-right

Redazione Goalist

Il pallone che perde malamente e dal quale nasce l'azione dell'1-0 è la fotografia della sua partita: scialba, senza nerbo e senza lasciare traccia.
Leggi di più arrow-right

Roberto Soriano

Redazione Goalist

Messo in mezzo al campo per l'assenza di Dominguez, finisce per essere sovrastato da Pobega e Lukic sbagliando tanto e non riuscendo mai a dare un segno di vita. ...
Leggi di più arrow-right

Torino News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right

Bologna News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right

Altre News

vai alle news arrow-right