Calciomercato

Inter, per il prestito di Lukaku servono 23 milioni

Il Chelsea chiede la cifra per la quale il belga è a bilancio per non incappare in una minusvalenza: no a contropartite nell’affare

Lukaku
Photo LiveMedia/Francesco Scaccianoce Milan, Italy, May 23, 2021, italian soccer Serie A match Inter – FC Internazionale vs Udinese Calcio Image shows: Romelu Lukaku (FC Internazionale) celebration LiveMedia – World Copyright

La corsa dell’Inter verso Romelu Lukaku è sempre più in salita. Stando a quanto riferito da Tuttosport, il Chelsea chiede 23 milioni di euro per il prestito annuale dell’attaccante belga, ovvero la cifra per la quale è a bilancio dopo l’acquisto del cartellino della scorsa stagione per 115 milioni. Troppo per le casse nerazzurre, che vogliono riportare Lukaku a Milano ma senza spendere più di 6 o 7 milioni per il prestito oneroso; in più c’è la questione ingaggio, visto che il belga con il ritorno a Londra ha visto il suo stipendio crescere fino a 12 milioni di euro e la società interista non può permettersi certamente di pagarlo per intero.

Si era vociferato dell’inserimento di una possibile contropartita tecnica per abbassare le richieste economiche del Chelsea, ma questa ipotesi verrebbe presa in considerazione soltanto con l’apertura di una trattativa separata. I nomi più caldi sono quelli di Denzel Dumfries, che l’Inter valuta 40 milioni, e quelli di Lautaro Martinez e di Nicolò Barella, sui quali però la società nerazzurra, qualora decidesse di privarsene, vorrebbe realizzare corpose plusvalenze. Lukaku continua a spingere per poter tornare a vestire quella maglia indossata 95 volte nelle scorse due stagioni e con la quale ha segnato 64 gol: Sportmediaset riporta la notizia che il belga ha lasciato il ritiro della sua nazionale ufficialmente per un problema alla caviglia, ma in realtà l’attaccante insieme al suo agente tornerà a Londra per incontrare la dirigenza del Chelsea e ribadire la sua volontà di lasciare i Blues. A ostacolare ulteriormente le trattative c’è la questione tempistiche, perché per usufruire del decreto crescita l’Inter deve ufficializzare l’operazione entro il 30 giugno.

Fonte: sportmediaset.it

Inter News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right