Altre News

Napoli, Spalletti pensa al futuro: “Sarà difficile rientrare tra le prime quattro. La piazza merita una squadra di livello. Costruzione dal basso il futuro del calcio”

“La differenza quest’anno può farla la passione dei tifosi. Vogliamo fare come l’anno scorso, offrire spettacolo e fare buon calcio”

Photo LiveMedia/Lisa Guglielmi Empoli, Italy, April 24, 2022, italian soccer Serie A match Empoli FC vs SSC Napoli Image shows: Luciano Spalletti (Head Coach of SSC Napoli) LiveMedia – World Copyright

Ieri l’allenatore del Napoli Luciano Spalletti è intervenuto ai microfoni di Calciomercato – L’originale, parlando della stagione conclusa e del futuro della squadra partenopea, su cui aleggiano continui voci di mercato tra rinnovi e giocatori insoddisfatti: “Bisogna considerare il percorso importante di crescita che ha fatto la squadra. Ora tutti si aspettano che vengano rifatte quelle vittorie ma non è facile. Rientrare tra le prime quattro sarà difficilissimo. Dobbiamo fare come abbiamo già fatto e dobbiamo lottare“. Nell’ultima stagione il Napoli è riuscito a piazzarsi al terzo posto, blindando il piazzamento Champions con molto anticipo: “Nella stagione precedente abbiamo fatto dei grandi risultati. Siamo stati dentro la zona Champions da quando è iniziato il campionato e ci siamo arrivati con largo anticipo“.

Photo LiveMedia/Alessio Marini Venice, Italy, February 06, 2022, italian soccer Serie A match Venezia FC vs SSC Napoli Image shows: Napoli’s Head Coach Luciano Spalletti LiveMedia – World Copyright

“La passione dei tifosi farà la differenza. La costruzione dal basso è il futuro del calcio”

Spalletti cercherà di fare del suo meglio con quello che la società gli metterà a disposizione, chiamando a sé i tifosi a dare sostegno alla squadra: “Quando alleno una squadra i miei calciatori sono tutto. Quello che può fare la differenza quest’anno sarà la passione infinita della città per questi colori. La piazza merita una squadra di alto livello come lo è il Napoli. Tutti abbiamo delle aspettative e vogliamo fare come lo scorso anno, offrire spettacolo e fare buon calcio“. Infine, per il tecnico toscano la costruzione dal basso, spesso criticata, rappresenta il futuro del calcio: “L’uscita dal basso con il portiere è il futuro. Dire il contrario è un messaggio sbagliato che si dà ai giovani. In futuro andrà a giocare anche fuori dalla lunetta dell’area di rigore. Nessuno vuole un portiere che non sappia giocare con i piedi. Per un gol preso da un errore con i piedi del portiere ne fai 10 perché cominci bene l’azione“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: TMW, Bremer conferma l’addio: “Voglio giocare la Champions”. L’Inter resta in pole

Fonte: gianlucadimarzio.com

Napoli News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right