Altre News

Italiano: “Gonzalez non è al 100%. Parole Bonaventura? Gli ho parlato, un incoraggiamento così è ottimo”

Le parole di Italiano alla vigilia di Fiorentina-Istanbul Basaksehir

L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano ha così parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Istanbul Basaksehir: “Domani dobbiamo cercare di vincere questa partita e di mettere in difficoltà gli avversari, ne abbiamo i mezzi, dobbiamo cercare di fare nostra la gara e fare più gol possibili. Partita tosta, è una squadra che gioca bene”.

Come sta Nico Gonzalez?

“Non è a disposizione per domani, non è ancora al 100% ha accusato questo dolore e non lo fa star bene. Io non penso ad altro che ad ascoltare i miei ragazzi e a sentire le loro sensazioni. Non si sente in grado di scendere in campo. Non credo che ci sia qualcuno che un mese prima pensi ad un qualcosa che deve arrivare. Convinto che nessuno non può pensare di non giocare con il proprio club per tutelare qualcosa che deve ancora arrivare”.

Come pensate di superare la difesa?

“Squadra di valore, è brava sulla fase difensiva, concede pochi gol. Penso che ci sono momenti e momenti. Se dovessimo essere bravi possiamo mettere a nudo qualche loro difficoltà. Proveremo a scardinare una difesa che lavora bene e che è prima nel girone di Conference”.

Problema sugli esterni…

“Cerchiamo di concentrarci partita dopo partita questa è molto importante. Pensare a quella di domenica è sbagliato, abbiamo cercato di cambiare mentalità. I ragazzi che abbiamo a disposizione devono dare tutto. Penso che l’atteggiamento è quello che deve essere diverso rispetto all’approccio con l’Inter. Abbiamo tutte le possibilità”. Se iniziamo a sfruttare tutte le nostre qualità può essere un vantaggio. Il Basaksehir è molto organizzato”.

Quanto ha detto Bonaventura…

“Ho parlato con lui in sintesi è quello che diciamo dall’inizio dell’anno, tutti dobbiamo andare più forte, spesso abbiamo fatto vedere ottime cose. Quest’anno forse per demerito nostro non stiamo ottenendo quanto meritiamo. Questa è la spiegazione che do alle parole di Jack. Se è un incoraggiamento a dare di più è ottimo”.

Contro l’Inter nel secondo tempo c’è stato un cambio di gioco… aveva in mente questo modulo?

“Stiamo cercando di lavorare anche su qualche alternativa importante cercando di rimediare al problema del gol. Nelle ultime partite per gol realizzati abbiamo dato un segnale. Qualcosina stiamo cercando di migliorare, chiaro che è una soluzione, alla fine si attacca con 4 uomini ma il nostro sistema è consolidato lo conosciamo bene. I ragazzi rispondono. Siamo stati bravi a mettere in difficoltà la difesa dell’Inter”.

“Zurkowski è arrivato in ritiro si è fatto male poi di nuovo. Zurkowski con la squadra ha 10-12 allenamenti totali, all’inizio abbiamo cercato di recuperarlo. Ha grande concorrenza, sta lavorando. Come ho sempre detto non si preclude niente a nessuno”.

LEGGI ANCHE, Sportmediaset: la Juve rischia penalizzazione e multa milionaria: pesa la “carta Ronaldo”