Arbitri e Moviola

Okoye-Milik come Nzola-Sommer ma l’esito è stato diverso. Al VAR la stessa persona. E tornano alla mente le parole…

Contatti quasi identici con esito diverso, ne va della credibilità della classe arbitrale. Tornano alla mente le parole dell’arbitro anonimo. A quando un’uniformità nei giudizi?

Nel primo tempo di Juventus-Udinese, Okoye, portiere dei friulani è uscito su Milik colpendo prima il pallone e poi la tempia del centravanti bianconero. Nessun penalty poiché l’estremo difensore ha toccato prima la palla. Un caso molto simile si era verificato in Fiorentina-Inter quando Sommer era uscito su Nzola. In quell’occasione il VAR aveva richiamato l’arbitro all’OFR, ed è stato poi assegnato il calcio di rigore per i viola, poi sbagliato da Nico Gonzalez. Il VAR oggi era peraltro lo stesso. Sarebbe dunque utile, per una maggiore credibilità proprio degli arbitri, tenere bene a mente quanto avvenuto in episodi simili e giudicare dunque con un’uniformità determinate occasioni.

Vedendo i risultati, ritornano alla mente le parole dell’arbitro anonimo a “Le Iene” sul contatto Nzola-Sommer, nella circostanza è stato riportato alla mente un episodio simile sucesso in Cagliari-Milan. “Per esempio, due giornate fa, durante Fiorentina Inter, in cui non è stato concesso un calcio di rigore evidente a favore della Fiorentina, per una trattenuta prolungata da parte di Bastoni sul giocatore della Fiorentina Ranieri. In questa azione Bastoni non si preoccupa mai di arrivare a contendere il pallone, ma solo di ostacolare il suo avversario. Qui il Var Marini sarebbe dovuto intervenire per far rivedere l’azione ad Aureliano, l’arbitro in campo: Che commette anche un altro errore: non fischia calcio di rigore per l’uscita di pugno del portiere dell’Inter Sommer sull’avversario Nzola, colpisce la palla e poi anche la testa dell’avversario. Qui correttamente il var chiama l’arbitro a rivedere la sua decisione errata e infatti Aureliano sarà costretto a concedere il rigore. Da notare che invece un episodio molto simile in Cagliari-Milan della passata stagione, cioè l’uscita di pugno di Maignan su Lovato, non fu punita né dall’arbitro né dal Var. Come vedete episodi simili, quasi identici, una volta il Var interviene l’altra no. I tifosi non capiscono, ma vi assicuro neanche noi arbitri…

LEGGI ANCHE, Belotti: “Fiorentina? Momento giusto per incontrarci. Speravo di iniziare così. È stato un inserimento facile”