News

Zaccagni sul gol contro la Croazia: “Può essere la scossa che ci serve. Qualcuno di noi si è fatto male alla costola per l’esultanza”

L’azzurro ha ripercorso l’azione che ha portato al gol qualificazione

Zaccagni
Fonte: profilo X Azzurri

Dopo lo splendido gol contro la Croazia, fruttato all’Italia la qualificazione agli ottavi di finale, Mattia Zaccagni ha parlato in esclusiva alla UEFA:

Italia fuori senza quel gol…
Sono stati giorni intensi, è stata un’emozione fortissima. Ovviamente non pensavamo che servisse per forza il pareggio. Fortunatamente è arrivato. Adesso pensiamo solo a preparare una gara importantissima contro la Svizzera. Può essere la scossa? Abbiamo sempre saputo che la nazionale spesso soffre per poi venire fuori nei momenti che contano. E adesso ci aspettiamo proprio questo da noi stessi“.

Raccontaci gol ed esultanza

L’azione l’ho vissuta normalmente, come un’azione qualsiasi. Non mi ero nemmeno reso conto che fosse l’ultima azione della partita. Appena ho visto Calafiori che portava palla e che la difesa croata si stringeva sempre di più, io sono rimasto nella mia posizione naturale e quando mi è arrivato il pallone non ci ho pensato due volte. L’esultanza è stata fantastica, con tutta la panchina, con tutto lo staff, tutti ragazzi. Qualcuno di noi si è fatto male alla costola perché eravamo schiacciati da tutti. Ma è stato veramente emozionante“.

Il rapporto con Del Piero e la somiglianza con il suo gol nella semifinale dei Mondiali del 2006

Alex è sempre stato il mio idolo anche se l’ho conosciuto davvero solo qualche giorno fa, prima di partire per la Germania. Poi ci siamo sentiti ogni tanto prima e dopo le partite. E l’ho sentito la notte della partita, mi ha fatto i complimenti. Era molto contento per me. Sì, si somigliano molto quei due gol, direi proprio di sì”.

LEGGI ANCHE Roma, tentazione araba per Paredes: l’argentino ci pensa, i giallorossi si guardano intorno – Goalist