Lazio VS Verona

2 : 0

Giocata domenica 11 settembre 2022, ore 06:00

ARBITRO icona cartellini

Massimiliano Irrati

arrow-left
arrow-right

3

giochi

73

falli

0

sanzioni

15

icon

0

icon

9

fuorigioco

5.0

cartellini

4.9

falli per cartellino

le statistiche su tutti gli arbitri arrow-right

Statistiche partite

team logoLazio

7

Luis Alberto

Sarri lo manda in campo per sparigliare le carte, riuscendo pienamente nel suo intento. Lo spagnolo non dà punti di riferimento, dando imprevedibilità alla manovra laziale, mettendo anche la ciliegina sulla torta realizzando la rete del definitivo 2-0.

arrow-right

7

Sergej Milinkovic-Savic

Ennesima partita da bonus per il centrocampista capitolino. L'assist per l'1-0 siglato da Immobile è un misto di forza e precisione che permette al capitano laziale di dover solo spingere in rete.

arrow-right

6.5

Toma Basic

Schierato un po' a sorpresa al posto di Luis Alberto il numero 88 capitolino è il più pericoloso dei suoi nel primo tempo. La sua conclusione al fulmicotone da fuori area costringe Montipo' ad un grandissimo intervento per schiaffeggiare il pallone e farlo schiantare sul palo.

arrow-right

6.5

Mattia Zaccagni

Prova a sorprendere gli esterni del Verona con i tagli alle loro spalle, ma non ci riesce con continuità. Nel finale sembra doversi arrendere ad un infortunio muscolare, infortunio che però si rivela meno grave del previsto e gli permette di restare in campo, tanto da fornire l'assist per il definitivo 2-0.

arrow-right

6.5

Felipe Anderson

Non è molto continuo all'interno del match, ma quando riesce ad accendersi diventa sempre un pericolo per la difesa del Verona, arrivando anche a costringere Hien ad un intervento disperato nella ripresa per mantenere ancora la propria porta inviolata.

arrow-right

6.5

Matías Vecino

Entra per un Marcos Antonio non proprio irresistibile, si schiera nel cuore del centrocampo laziale dando maggiore solidità e riuscendo ad arginare le iniziative veronesi.

arrow-right

6.5

Nicolò Casale

In una serata non perfetta per il compagno di reparto l'ex del match sfodera una prestazione attenta cancellando le sbavature di Patric.

arrow-right

6.5

Manuel Lazzari

L'esterno della Lazio scatta come una molla sulla corsia di competenza. Sfrutta la sua esperienza e le sponde di Immobile per partire alle spalle del giovane Doig e creare una superiorità numerica laziale in fase di transizione e costruzione.

arrow-right

6

Matteo Cancellieri

Il classe 2002 entra e fa vedere qualche lampo del suo talento. Prima sfiora il gol sprecando da posizione favorevole, successivamente troverebbe anche la rete che però viene annullata per la sua posizione di fuorigioco ad inizio azione.

arrow-right

6

Adam Marusic

Se Lazzari sgasa sempre sulla sua corsia di competenza il numero 77 limita di molto le proprie scorribande nella metà campo avversaria cercando di dare equilibrio e copertura alla propria squadra.

arrow-right

6

Elseid Hysaj

Entra per l'infortunato Lazzari, non riesce a contribuire come il compagno alla fase di costruzione, limitandosi a presidiare la propria zona di competenza.

arrow-right

6

Ivan Provedel

Impreciso con i piedi, sbaglia diversi appoggi, come quello che porta Terracciano alla conclusione. Si riscatta nella ripresa quando inchioda a terra una conclusione da zona pericolosa di Ilic.

arrow-right

5.5

Marcos Antônio

All'esordio dal primo minuto con la maglia della Lazio il centrocampista brasiliano prova a dare il ritmo alla squadra di Sarri, ma non sembra ancora essersi completamente ambientato nel nostro campionato.

arrow-right

5.5

Patric

In assenza di Romagnoli dovrebbe essere lui a guidare la retroguardia laziale, invece il centrale non appare in serata e si fa mettere in difficoltà nonostante le poche iniziative che il Verona riesce ad imbastire.

arrow-right

Ciro Immobile

7

Voto

6.5

media voto

8.12

media fantavoto

Redazione Goalist

Domenica 11 settembre 2022, 18:00

Partita non facile per il capitano della Lazio che va spesso a sbattere contro il monolitico Hien. Nonostante questo si mette a disposizione dei compagni fornendo sponde ed aprendo varchi, la sua generosità viene premiata dalla rete che sblocca il match nella prima occasione in cui si riesce a liberare dal centrale svedese.
Leggi di più arrow-right

Lorenzo Montipò

7

Voto

6.38

media voto

4.88

media fantavoto

Redazione Goalist

Domenica 11 settembre 2022, 18:00

Se il Verona resta in partita fino al 68' e capitola definitivamente solamente nei minuti di recupero gran parte del merito è del portiere veronese. Nel primo tempo si esalta sulla potente conclusione di Basic, nella ripresa non trema quando si trova uno contro uno con Immobile.
Leggi di più arrow-right

team logoVerona

6.5

Filippo Terracciano

L'esterno del Verona dimostra di meritare lo spazio che gli sta dando Cioffi. Nel primo tempo è lestissimo a sfruttare un rinvio errato di Provedel per provare una conclusione da distanza siderale, mancando per poco il bersaglio grosso.

arrow-right

6.5

Miguel Veloso

Nonostante si trovi davanti uno dei reparti più talentuosi della Serie A l'esperto regista gialloblu non si scompone e comanda il gioco con la consueta intelligenza tattica, trovando sempre il varco giusto per innescare i trequartisti scaligeri. Esce poco dopo la mezz'ora per un colpo subito alla bocca dello stomaco.

arrow-right

6.5

Federico Ceccherini

Confermato nel terzetto difensivo di Cioffi, il numero 17 gialloblu si rende protagonista di una partita attenta in cui è costretto a colmare le differenze di velocità con letture attente. Proprio su una bella iniziativa di Zaccagni è costretto a ripiegare molto rapidamente, tanto da rimanere vittima di un infortunio muscolare che lo costringe a gettare la spugna anzitempo.

arrow-right

6

Yayah Kallon

Entra e prova a dare la scossa all'attacco del Verona con un paio di accelerazioni e di iniziative personali che però si concludono con un nulla di fatto.

arrow-right

6

Adrien Tameze

Entra per l'infortunato Veloso cercando di aumentare la fisicità in mezzo al campo. Cerca di portare la pressione sui creatori di gioco avversari, ma il tasso tecnico dei capitolini riesce spesso ad avere la meglio.

arrow-right

6

Juan Cabal

Entra per un Ceccherini in buona serata, lui prova a fare del suo meglio per arginare gli attaccanti avversari, ma viene costretto praticamente subito ad usare le maniere forti ed a ricevere il conseguente cartellino giallo.

arrow-right

6

Diego Coppola

Il giovane difensore del Verona dimostra di non tremare di fronte a giocatori importanti come quelli schierati dalla Lazio. Potrebbe migliorare un po' nei duelli aerei, ma la fisicità di Milinkovic-Savic ed Immobile è un fattore che non si può certamente ignorare.

arrow-right

6

Fabio Depaoli

Entra quando la Lazio sta aumentando vertiginosamente i ritmi del motore, prova a mettersi a disposizione della squadra, ma ha poche occasioni per farsi notare.

arrow-right

5.5

Thomas Henry

Partita difficile per il centravanti del Verona servito poco e male. Nonostante questo trova il modo di rendersi pericoloso su di un calcio d'angolo sganciandosi sul palo più lontano e provando una conclusione sporca. Il suo tiro però va a sbattere sulla traversa prima di terminare sul fondo.

arrow-right

5.5

Kevin Lasagna

Nel primo tempo prova ad accendersi in un paio di occasioni, ma non trova mai il pertugio giusto per arrivare ad insidiare seriamente Provedel.

arrow-right

5.5

Ajdin Hrustic

Cioffi lo manda in campo per cercare di dare qualità alla propria squadra, invece il nuovo numero 10 gialloblu non trova mai il modo di illuminarsi, girando per il campo quasi come fosse senza meta.

arrow-right

5.5

Ivan Ilic

Nel primo tempo si fa apprezzare per qualche bella giocata tra cui un sombrero tecnicamente molto pulito. Nella ripresa però la Lazio aumenta la pressione offensiva e lui non riesce più a brillare ed anzi avrebbe l'occasione per segnare ma calcia troppo centralmente.

arrow-right

5.5

Darko Lazovic

Schierato ancora una volta come trequartista il numero 8 scaligero brilla decisamente meno del solito stritolato tra le linee di difesa e centrocampo della Lazio.

arrow-right

5

Isak Hien

Trovarsi di fronte un attaccante letale come Immobile significa che un difensore deve essere attento per tutta la partita. Lo svedese invece abbassa la tensione almeno due volte durante la partita: nella prima situazione il capitano della Lazio trova la rete dell'1-0, nella seconda Montipo' è chiamato al miracolo.

arrow-right

5

Josh Doig

Prova ad accendersi in fase offensiva, ma chiude con una precisione nei cross inferiore al 30%. In fase difensiva deve migliorare vistosamente, Lazzari lo coglie spesso alle spalle e lui è costretto ad inseguirlo a perdifiato.

arrow-right

Comparazione giocatori

Commenti post partita

vai alle news arrow-right

Lazio news

vai alle news arrow-right

Verona news

vai alle news arrow-right