Chi su chi giù

Roma-Slavia Praga, le pagelle giallorosse: El Shaarawy in stato di grazia. Cristante è un giocatore prezioso

Un El Shaarawy così fa bene a tutti. Lukaku sempre presente, ma un po’ pigro

Fonte foto: profilo Twitter Roma

La Roma ha portato a casa 3 punti d’oro contro lo Slavia Praga e adesso è prima in solitaria nel girone. Come vuole ogni notte europea, un occhio nel dettaglio alle prestazioni degli uomini di Mou.

Svilar 6 – Inoperoso per 45 minuti, fa correre un brivido sulla schiena ai propri tifosi con un’uscita imprecisa che per poco non gli costa una figuraccia a inizio ripresa.

Mancini 6 – Si fa sentire nelle due aree, comandando la difesa con personalità e non rinunciando a portare i suoi centimetri anche in zona gol.

Llorente 6 – Puntuale sul tentativo di Masopust in chiusura di primo tempo, così come nel respingere il tiro di Zafeiris alla mezz’ora di gioco.

N’Dicka 5,5 – Molto coinvolto dai compagni in fase di impostazione, gli viene concesso tanto spazio e lui se lo prende tutto. Prezioso anche in fase difensiva, anche se al 64′ macchia la sua prova quando perde un contrasto con Zafeiris che per poco non spalanca la porta a Schranz.

Celik 6 – Permette alla Roma di distendersi sulla fascia destra in più di un’occasione, attaccando la corsia laterale con personalità e costanza. Agisce bene sia a sinistra che a destra

Bove 6,5 – La partita è appena iniziata e il giovane centrocampista della Roma sta già esultando. Il suo bolide surreale dal limite dell’area si infila infatti sotto l’incrocio dopo appena 43 secondi per il più rapido centro giallorosso in Europa League (Dal 46′ Paredes 6 – L’argentino sostituisce l’autore del gol, ammonito, e porta le sue geometrie in mezzo al campo pur senza brillare).

Cristante 6,5 – Fondamentale nelle due fasi di gioco, tanto quando recupera palloni in scivolata centrocampo quanto coi suoi tentativi di imbeccata per Lukaku. È tra i giocatori più preziosi della rosa di Mou.

Zalewski 6 – Cresce alla distanza, apportando maggiore spinta sulla fascia sinistra (Dal 69′ Karsdorp 6 – Buon impatto sul match quando ormai però i giochi sono fatti).

Aouar 6 – Subisce un duro colpo al 35′ e in generale non disputa una prova strepitosa. Si muove, cerca la giocata, ma alla fine realizza il semplice compitino. Che è comunque sufficiente (Dall’89’ Cherubini s.v.).

El Shaarawy 7,5 – Due assist e una traversa, il Faraone continua a vivere un grande momento di forma e contro lo Slavia Praga conquista per distacco la palma del migliore in campo (Dal 70′ Belotti 6 – Il Gallo aggiunge centimetri e fisicità nel finale di gara)

Lukaku 7 – Il centravanti belga è una spina nel fianco continua per la difesa ceca. Nella sua serata non c’è solo il potente sinistro che vale il 2-0, ma anche uno strapotere fisico che per poco non gli consente di firmare anche la doppietta (Dall’83’ Pagano s.v.).

José Mourinho 6 – Massimo risultato e minimo sforzo. I giallorossi appaiono ordinati e senza particolare impegno portano a casa i tre punti.

Fonte: TMW

Roma News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right