News

Allegri: “Szczesny? Tra i migliori in Europa. Contento del punto fatto, non era semplice. Abbiamo sofferto”

Le parole di Allegri, allenatore della Juventus

Photo LiveMedia/Luca Diliberto Reggio Emilia, Italy, April 16, 2023, italian soccer Serie A match US Sassuolo vs Juventus FC Image shows: Massimiliano Allegri (Juventus) LiveMedia – World Copyright

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di DAZN dopo il pareggio esterno contro l’Atalanta.

E’ soddisfatto dei subentrati?
“Sono contento della prestazione e del punto fatto. Non era semplice, abbiamo fatto 60 minuti buon e potevamo fare meglio a livello tecnico. Kean non giocava da tempo, poi è entrato Yildiz che ha fatto bene. Abbiamo sofferto l’Atalanta che ci ha dato pressione”.

Quando non si riesce a vincere, bisogna soffrire meno.
“Alla fine abbiamo rischiato su una palla in cui Gatti è andato nell’uno contro uno. Il fatto di non aver preso gol, non aver perso e aver fatto punti in trasferta e buono. Abbiamo ora una settimana per il derby”.

Potevate creare di più?
“Nel primo tempo potevamo essere più precisi con la palla tra i pedi, ma la squadra è stata compatta e forse non era troppo convinta nell’andare a fare gol”.

Poco attacco alla pronfondità?
“Abbiamo avuto un paio di situazioni nel primo tempo in cui dovevamo tirare da fuori. Abbiamo pensato più al possesso palla che a fare male, ma miglioreremo”.

Ha parlato con Szczesny?
“Ha fatto una parata straordinaria, è tra i migliori in Europa e capitano errori come quello col Sassuolo dove non abbiamo comunque perso per colpa sua”.

Locatelli in crescita.
“E’ importante per noi, è cresciuto nelle ultime due partite e sta toccando sempre più palloni. Non deve girare tanto nel campo, deve stare davanti alla difesa”.

Quando rivedremo il vero Rabiot?
“Piano piano. Ha finito la partita in crescendo, non ha fatto la preparazione e stasera ha fatto una buona gara come altri”.

Chiesa un po’ stanco?
“Viene da tante partite e ha pagato in lucidità. Bremer ha chiesto il cambio, altrimenti potevo mettere Iling. Chiesa comunque cera sempre pericoli”.

Un vantaggio affrontare il derby senza avere la coppa a metà settimana?
“Il Torino non le gioca e nemmeno noi. Ad inizio anno si parla di favoriti, ma bisogna solo pensare a fare bene in una partita difficile”.

Come sta Bremer?
“Ha avuto i crampi sui flessori e ha chiesto di uscire, niente di che”.

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE, Atalanta-Juve, le pagelle dei bianconeri: Szczesny che miracolo, poi viene graziato. Chiesa non sfonda

Juventus News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right