News

Papà Fagioli: “Non lo vedo da domenica, forse qualcosa lo turbava. Noi non possiamo fare miracoli. Dove sono i procuratori?”

Le parole del papà di Fagioli a Repubblica

“Non dico niente su quello che avrebbe fatto mio figlio. Non è il momento. Molto di quello che leggo su di lui non è vero, ma se provassi a spiegarlo adesso non mi ascolterebbe nessuno”. Parla così Marco Fagioli, padre di Nicolò e rappresentante di prodotti farmaceutici, a La Repubblica: “Non lo vedo da domenica. Col senno di poi, posso dire che forse qualcosa lo turbava, ma non immaginavo niente del genere”.

Marco Fagioli poi prosegue: “Come mia moglie, lavoro tutto il giorno. Ovviamente siamo vicini a nostro figlio, come lo siamo sempre stati. Ma non possiamo fare miracoli. I club per tante ragioni non possono stare dietro ai calciatori in tutti gli aspetti della loro vita, né possiamo farlo noi genitori, una volta che i nostri figli diventano adulti e professionisti. Sarebbe utile che fossero i procuratori a mettere in guardia i giovani rispetto ai rischi a cui vanno incontro. Dovrebbero seguirli e consigliarli, sarebbe prezioso. Dovrebbero aiutarli a capire quali impegni si assumono nel momento in cui firmano un contratto. Così giustificherebbero quel che guadagnano”.

Fonte: TMW

Juventus News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right