Commenti post partita

Juventus, le pagelle: Rugani e Bremer fanno gli attaccanti. Kean e Cambiaso insufficienti

Le pagelle della Juventus

Photo LiveMedia/Reporter Torino Empoli, Italy, February 26, 2022, italian soccer Serie A match Empoli FC vs Juventus FC Image shows: Moise Kean of Juventus FC celebrates after scoring a goal during the 2021/22 Serie A football match between Empoli FC and Juventus FC at the Carlo Castellani Stadium in Empoli on February 26, 2022-Italy Photo ReporterTorino LiveMedia – World Copyright

Szczęsny 6 – Sul gol di Dossena forse potrebbe fare qualcosa in più, anche se la palla è molto angolata e colpita da distanza ravvicinata. Dopo 615 minuti si interrompe la sua imbattibilità.

Gatti 6 – Sfiora la rete ad inizio ripresa, poi ci pensano i suoi compagni di reparto a segnare. Gioca a tutto campo, forse anche troppo, lasciando qualche spazio scoperto. 

Bremer 6,5 – Sblocca la gara con bel colpo di testa su assist di Kostic, ma si fa bruciare da Dossena in occasione del gol del Cagliari. 

Rugani 6 – L’ultimo gol lo aveva segnato proprio con la maglia del Cagliari, sceglie la sua ex squadra per tornare alla rete e lo fa in un modo decisamente particolare: di petto. 

Cambiaso 5,5 – Forse paga l’emozione per la convocazione in nazionale, ma nel primo tempo ha una grande occasione per segnare la rete del vantaggio ma spara altissimo da ottima posizione. (Dall’88’ Nicolussi Caviglia S.V)

McKennie 6 – Tanta sostanza per il maghetto statunitense, che nel primo tempo mette in difficoltà il Cagliari con i suoi tagli e le sue incursioni.

Locatelli 6 – Fresco di rinnovo di contratto, fascia di capitano al braccio: partita ordinata in mezzo al campo. 

Miretti 5,5 – Non è al meglio per una leggera lombalgia ma stringe i denti e scende in campo regolarmente dal primo minuto. Rispetto alla gara del Franchi, dove è stato decisivo, è meno nel vivo dell’azione. (Dal 65′ Iling Junior 6 – Entra bene in partita, vivace e guizzanti. Ha anche un’occasione per segnare, ma non riesce ad angolare)

Kostic 7 – Mister assist è tornato. Letale su palla inattiva, da suoi piedi nascono entrambi i gol della Juventus

Chiesa 6 – Gara di sostanza e sacrificio, sfiora anche il vantaggio in un paio di occasioni. Manca un pizzico di cattiveria davanti alla porta. (Dall’82’ Milik S.V).

Kean 5,5 – Vince il ballottaggio con Vlahovic, ma non riesce a ripagare la fiducia di Allegri. Nel primo tempo Chiesa lo manda in porta e lui sbaglia lo stop. Non è l’unico errore, dopo poco più di un’ora di gioco Allegri lo richiama in panchina. (Dal 65′ Vlahovic 6 – Più fisico rispetto a Kean, utile per far salire la squadra. )

Massimiliano Allegri 6,5 – Quinta vittoria di fila, settimo risultato utile consecutivo. A segno i due difensori, anche se dopo 615 minuti Szczesny incassa nuovamente un gol. Primo posto momentaneo in classifica, la Juventus c’è.

Fonte: Tuttomercatoweb.

Juventus News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right