News

Allegri: “Poca cattiveria nel voler far gol. I palloni non sono come quelli di trent’anni fa, dobbiamo tirare da fuori”

Le parole del tecnico della Juventus

Photo LiveMedia/Federico Proietti/DPPI Rome, Italy, May 11, 2022, Italian football Coppa Italia match Final – Juventus FC vs Inter – FC Internazionale Image shows: Massimiliano Allegri head coach of Juventus smiles during the Italian cup, Final football match between Juventus FC and FC Internazionale on May 11, 2022 at Stadio Olimpico in Rome, Italy LiveMedia – World Copyright

Scrive TMW, Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky dopo il pareggio bianconero contro l’Atalanta: “Qualcuno è un po’ stanco, abbiamo sbagliato dei passaggi, abbiamo rallentato ma alla fine i ragazzi sono stati bravi perché fare un punto a Bergamo non era semplice e ci permette di restare nelle prime posizioni”.

Sui problemi in attacco
“Son contento per Moise (Kean, ndr) che ha fatto una bella partita, così come tutti gli altri. Yildiz è del 2005 ma su 4 palloni toccati non ne ha sbagliato una e diventerà un giocatore davvero forte. McKennie ha fatto una bella partita, Rabiot ha finito in crescendo. Siamo un bel gruppo, continuiamo così”.

Poche occasioni da gol
“Poca cattiveria nel voler far gol, su questo dobbiamo migliorare e dobbiamo tirare di più da fuori anche perché i palloni non sono come quelli di trent’anni fa”.

Rabiot sottotono
“Ha saltato la preparazione, si è fermato per un problema al polpaccio ma ha finito in crescendo. È un giocatore di statura internazionale che nei momenti di difficoltà della partita sta dentro”.

Sulle condizioni di Bremer
“Solo crampi. Dopo martedì non si è allenato per due volte e ha finito un po’ stanco”.

LEGGI ANCHE, Allegri: “Szczesny? Tra i migliori in Europa. Contento del punto fatto, non era semplice. Abbiamo sofferto”

Juventus News

vai alle news arrow-right
arrow-left
arrow-right